Archivi tag: Benno Von Arcimboldi

2666

2666 di Roberto Bolaño è un’opera mondo in cinque romanzi; nelle intenzioni dell’autore queste differenti parti avrebbero dovuto essere lette nell’ordine preferito dal lettore, in quanto intercambiabili. L’ottima edizione italiana del 2009, edita da Adelphi, le presenta invece unite in un unico corpo e questo ne facilita sicuramente la lettura.

La parte dei critici Quattro ricercatori e docenti universitari sono i maggiori studiosi dell’evanescente Benno Von Arcimboldi, scrittore mai visto né incontrato da nessuno al mondo. Questa prima parte si presenta sia come un bellissimo ed oulipiano elenco delle opere dello scrittore (Bifurcaria bifuracata, La maschera di cuoio, Fiumi d’Europa, Eredità, La perfezione ferroviaria, I bassifondi di Berlino, Bitzius ecc.) sia come la storia del rapporto fra questi quattro personaggi, che decidono di seguire una voce che vuole Benno Von Arcimboldi in Messico, a Santa Teresa, ricerca che li porterà in posti dimenticati da Dio e fondamentalmente al nulla.

La parte di Amalfitano Il professor Amalfitano (guida dei quattro del libro precedente) si è appena trasferito in Messico, a Santa Teresa, da Barcellona assieme alla figlia diciassettenne Rosa. Ci viene raccontata la storia della ex-moglie, donna dai sentimenti estremi che si è innamorata di un poeta altrettanto radicale e di come questa entri ed esca continuamente dalla vita della figlia. E cosa ci fa un libro, il Testamento geometrico di Rafael Dieste, appeso al filo del bucato? E perché un’auto nera è sempre parcheggiata fuori dalla sua casa e segue la figlia Rosa in questo paese desertico in cui cominciano a sparire donne e vengono ritrovati sempre più cadaveri?

Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: