Incipit: Nel paese della persuasione

nel-paese-della-persuasione

Per una simpatica coincidenza urbana, le ultime due case della nostra strada erano abitate da vedove che avevano perso i mariti nei pogrom dell’Europa orientale. Papà le chiamava le polacche. Chiamava polacchi tutti i bianchi con l’accento straniero. Quando ne incontrava una, la salutava storpiando la parola porta in polacco. Nessuna delle due polacche veniva davvero dalla Polonia, però erano educate, così quando papà diceva <<porta>> loro gli rispondevano cordiali, come se non avesse la sbronza perenne.

 George Saunders, incipit dal racconto “Polacche”, in Nel Paese Della Persuasione, Minimum Fax 2010.

Incipit suggerito da Enrico Gregorio.

Contrassegnato da tag , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: