Intervista ad Andrea De Carlo

Da Radio 24 del 28/12/12

Sì, ho sentito del prossimo romanzo di Alessandro [Baricco, ndr]. Cosa vuole che le dica? è un progetto decisamente ambizioso e coraggioso, non solo perché la fantascienza è mal vista dagli editori, ma anche perché è un genere che ormai non ha più nulla da dire.  Da quello che ho potuto leggere nelle prime righe, Ale sta togliendo la polvere dagli stantii stereotipi delle navicelle spaziali, dei robot e delle pistole laser. Solo leggendo l’incipit mi sono commosso, il piccolo Asahi che se ne va in giro da solo, nel futuro, calciando borsine. Mi sono venuti i brividi, come quando ho letto la sua Iliade.

E poi ho avuto anche io un’illuminazione: il prossimo anno ci sarà il revival della fantascienza, e saremo noi scrittori italiani a far rinascere il genere. Mi immagino già il mio prossimo romanzo: sarà ambientato in Toscana, ma non nella Toscana che conosciamo, no, in una Toscana del futuro. Sarà rimasta pochissima campagna e i casolari saranno sostituiti dalle villette a schiera. Il protagonista, Radetzky, sarà un renitente alla leva robotica e cercherà un rifugio in questa Italia campanilistica dove, anche nel 2051, ti insegnano a odiare i Cartaginesi. Il tutto sarà una grandissima metaphora.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: