John Deere

Ormai il rombo degli aerei quasi non lo sento più, quasi. Partono dall’aeroporto militare qui a Ghedi, li vedi passare, anche di notte. Da piccolo, a volte, prendevo un sasso grosso e glielo scagliavo contro, con tutta la forza, lanciavo contro il cielo.

Mi son sempre stati in culo gli aerei, a me piacciono i trattori.

[Luigi Filippelli, 13 Sardine circa, MalEdizioni]

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

One thought on “John Deere

  1. […] uno dei racconti presenti nell’antologia 13 sardine circa. Tale racconto dal titolo John Deere è stato dattiloscritto dal poeta vate Luigi Filippelli e rappresenta uno dei più alti momenti di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: