Giovanni Keplero aveva un gatto nero

di Enrico Mazzardi

Se ci sono due cose che proprio non vendono e non tirano in Italia, bene queste sono la poesia e la scienza.

Se prendete delle poesie qualunque scritte in questo paese di scadenti protoromantici e le unite a una dose massiccia di nozioni scientifiche, otterrete un risultato pallosissimo, che potrebbe essere efficacemente utilizzato nel braccio della morte.

Ma se a condurre i giochi dell’operazione è una testa sopraffina come quella di Popinga (aka Marco Fulvio Barozzi), allora la potenziale macchina da tortura si tramuta in un godibile, rodariano esercizio ritmato da figure retoriche: in sei parole, Giovanni Keplero aveva un gatto nero, edito dalla casa editrice Scienza Express.

Che il Popinga avesse la poesia facile s’era capito da tempo: a testimoniarne qualità e maestria c’è pur sempre un premio conferitogli dall’UAAR di Venezia, il Charles Darwin 2009 per la poesia scientifica.

Non vi sto ad anticipare il libro, non è mia abitudine, vi dico soltanto che le poesie contenute sono state buona musica per orecchie umanistiche e pur matematicamente impreparate come le mie.  Ma questa raccolta, c’è da dire, riesce a incantare anche scimmie, guardie svizzere, creazionisti e zichichi vari, trascinando il lettore con limericci (libera traduzione di limerick) e altri dispositivi metrici ricercati in una continua alternanza tra candore didascalico e un dotto, elementare intrattenimento.

A conclusione ne cito una di queste poesie, forse tra quelle che meno indulgono a velleità d’intrattenimento, donandoci però una breve, limpida e rimata spiegazione di un celebre esperimento di fisica:

IL PARADOSSO DI SCRÖDINGER

Un grande fisico diventato un po’ matto

pensò di chiudere in scatola un povero gatto:

la sua vita o la sua morte

dipendeva dalla sorte

ed era vivo e morto finché non era estratto.

Marco Fulvio Barozzi (Popinga)
Giovanni Keplero aveva un gatto nero
Scienza Express
9 €
128 pagine

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: