Consigli di lettura #2

di Mattia Filippini

Il terzo poliziotto, Flann O’Brien

Adelphi, 248 pp., 19 €

Qualcuno viene ucciso e si cercano i soldi dell’uomo assassinato; il protagonista entra di notte in casa del morto per prendersi il denaro, ma trova il morto che sembra vivo e i due si mettono a parlare. Il disambientamento della storie che seguono sono le motivazioni narrative di tutte le azioni: si arriva, per esempio, in una stazione di polizia dove un poliziotto non fa altro che parlare di biciclette, affermando che ci siano delle specie di scambi molecolari tra le biciclette e chi le monta, e che certe biciclette si stiano umanizzando fino a compiere reati, tanto è vero che ne tiene una chiusa in prigione. Il secondo poliziotto, invece, costruisce scatole cinesi sempre più piccole, le ultime sono praticamente invisibili e deve utilizzare pinze altrettanto invisibili per costruirle. Un misterioso terzo poliziotto farà capire al protagonista e a chi legge il rapporto che esiste tra narrazione, ironia, morte e tristezza del sapere.

Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “Consigli di lettura #2

  1. thomas scrive:

    che bello. mi sa che me lo compro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: